venerdì 14 gennaio 2011

Il caso Pink Pony.



Quasi-una-parodia delle case histories che affollano il nostro lavoro oggidì (qui qualche esempio di quelle vere). Trattata, eseguita e prodotta proprio come quei filmati che si mandano a Cannes o in giro per il mondo per vincere premi. Magari iscriveranno anche questo, anzi me lo auguro. Sad o divertente a seconda del grado di serietà con cui lo prendiamo. Disbanded in ogni caso. Oltretutto il pony alla fine non è nemmeno Pink.

Elvis has left the building.

11 commenti:

Director's Cat ha detto...

Io le odio, la nuova frontiera dello sparare cazzate.

Cifre a caso che nessuno mai verificherà, archivi e comunicati stampa tarocchi che nessuno verificherà, risultati che metterebberò in imbarazzo gesù e i suoi miracolucci da due soldi.

Basta! Sono le giurie a dover fare il primo passo. Una bella idea la si nota dopo 4 secondi netti, tutto il contorno sono spesso stronzate per confonderti.

mauroman ha detto...

Metti che poi si scopre che è una campagna virale fatta da fb per spingere il social network sul target mamme, questi vincono pure qualche cosa.

FRa' ha detto...

Mi diverte. E molto. A che grado sto?

vecchiascuola ha detto...

Fantastico, specie i risultati. Attendance: 13.
Più o meno come la campagna della YR che interrompe gli spot in tv per il torneo di calcio delle agenzie.

diego fontana ha detto...

Ciao Ted, ciao a tutti.
Scusatemi ma non è una quasi-parodia, è chiaramente una parodia del mondo dei pubblicitari. Avete perso il senso dell'ironia?

Che ci piaccia o no essere presi in giro (a me piace), è evidente che lo sta facendo: prende in giro le strategie inventate a tavolino per i premi, le finte case-history tenute insieme con lo sputo, le chart con i numeri mezzi buttati a caso... insomma si diverte un po'.
E secondo me è anche molto divertente.

Ted ha detto...

Il "quasi" era riferito al fatto che alla fine è una Case vera e propria, anche se finta.

il marconi ha detto...

...a me è venuta voglia di sparare a un pony.
Magari anche non rosa.
Non so perchè.
...sono confuso.

fabio ha detto...

è splendido, sempre amesso che gli si voglia dare una lettura positiva, altrimenti è terrificante.

io per esempio, e questo credo sia disbandeness(?), vedo un percorso completato: vedo la promessa, la costruzione e la realizzazione del sogno, che sia rosa o marrone, poi, non è importante_f

Fabio ha detto...

Se fosse una bella presa per il culo, sarebbe fantastico. Se non lo fosse, sarebbe penoso. Il dramma è che non si capisce.

Fabio (G.)

francescos ha detto...

Hilarious !
E' un ambient di pianerotollo

Copywater ha detto...

Questa è un ovvia presa per il culo, e chi la intende diversamente si faccia un corso di ironia.

Non voglio pensare che sia una cosa seria. Ditemi di no.