mercoledì 27 ottobre 2010

Una donna parla al cellulare in un film di Chaplin del 1928.



Un altro virale riuscito dell'industria dei telefoni? O soltanto un apparecchio acustico dell'epoca? Bisognerebbe vedere la pellicola originale (The Circus) e fare un confronto. Oppure qualcuno aveva inventato i telefoni cellulari nel 1928 e non mi aveva avvisato.
A occhio non mi sembra un iPhone 4 perché vedo che la linea regge per più di 15 secondi.

Elvis has left the building.

6 commenti:

Anonimo ha detto...

buffo, sembra proprio.
ma secondo me non ha niente in mano, si gratta la crapona a un certo punto.
forse è timida e si copre il volto.
o forse è una viaggiatrice nel tempo.

Anonimo ha detto...

genio chi l'ha trovato

Francesco ha detto...

il più bel commento al video è questo:

she couldn't be speaking on a phone because she would get no reception in the 20's, no mobile phone towers or service providers etc. also she would have no one to speak to unless mobile phones can connect to a 1920's phone grid.

Marco Diotallevi ha detto...

È Chaplin che era troppo avanti.

vincenzo ha detto...

but the real question is... che c'aveva da parlare se il film era muto?

ps.: anche se sento puzza di virale, quoto marco diotallevi.

cletus ha detto...

...magari stava ascoltando del ragtime da una banale radiolina a transistor...(ma erano già stati inventati i transistor nel '20, nevvero ?)

[questa andrebbe letta immaginandosi la faccia di Verdone nel famoso sketch della telefonata-sbagliata-nel cuore della notte]