martedì 16 febbraio 2010

La nuova campagna di Rifondazione con il boomerang rosso.



Ecco la campagna che, se le cose vanno come devono andare, e a volte ci vanno, toglierà voti al già esanime partito. Più di quanto non abbia fatto, con i lettori, la campagna dell'Unità di un paio di anni fa, quella con il giornale infilato nella minigonna per intenderci. Questi goffi tentativi di affermare a sinistra una femminilità posticcia (e non richiesta da nessuno) sono la cosa più triste di tutte. Anche più tristi della versione "macho" della stessa campagna, che vi risparmio perché mi manda in bomba il computer.

Elvis has left the building.

14 commenti:

modesty ha detto...

però la scarpa è una figata.
:) love, mod

Anonimo ha detto...

Oltretutto il visual è una (brutta) copia della locandina de "Il Diavolo Veste Prada". Almeno un po' di originalità potevano mettercela.

Gab

Anonimo ha detto...

L'obiettivo è creare smilitanti.

Anonimo ha detto...

Anche quella del pd non è male.
Scegliamo le facce più antipatiche possibili riprese con uno stile fotografico glaciale e teutonico così, giusto per essere vicini all'elettorato.

vincenzo ha detto...

ometto il mio parere sulla campagna perché sarebbe troppo facile sparare su questa bandiea rossa.

però mi piacerebbe avere un dialogo con questo partito. quanto meno per far presente che i puntini sospensivi è meglio non usarli in comunicazione... che un punto alla fine della frase non nuocerebbe alla campagna elettorale e, last but not least, la "e" di perché vuole l'accento acuto (quali i fautori di questo annuncio non sembrano essere) e non grave (come questo errore che sta diventando troppo comune)!

Anonimo ha detto...

devo confessarti che la cosa migliore di questa campagna l'hai fatta tu: il teaser...

sto girando invano tutto il web per trovare la versione "macho". è un'abile strategia disbanded o puoi postare il link?

Anonimo ha detto...

da notare il perché con l'accento sbagliato...
cmq benvenga, più potere ai moderati!

Anonimo ha detto...

in quanto donna, un po' più a sinistra del pd e, quindi, potenziale elettrice, sono dispiaciuta per l'ennesima occasione persa dai comunicatori politici.
laura, triste copy

Marco Diotallevi ha detto...

Il diavolo veste Pravda.

fabio ha detto...

il mio busto di Vladimir Il'ič Ul'janov sta' piangendo lacrime di zolfo_f

Anonimo ha detto...

mi fanno ridere tutti sti comunistelli che magnano sulle multinazionali.

Tiziana ha detto...

ahaha ted , pensa che la campagna dell'unità era firmata oliviero toscani, un vero sborone del settore.

Gennaro ha detto...

Bellissima "il diavolo veste Pravda". Respect.

Anonimo ha detto...

Ted, che ci dici della lettera di Carnevale all'ADCI?