mercoledì 23 gennaio 2008

L'ufficio ideale di Dov Charney.



Oltre a produrre magliette, felpe, mutande, canottiere con il suo morbidissimo cotone "made in downtown LA", American Apparel è un'azienda nota per gli eccezionali standard qualitativi degli ambienti di lavoro. Gli impiegati sono felici. Ma le impiegate lo sono meno: il suo boss Dov Charney pare sia un discreto malato di sesso. Gira spesso in mutande (non è reato). Ammette di avere rapporti con le modelle delle sue campagne. Ed è talmente esaltato da esssersi masturbato di fronte a una giornalista, più volte. Lei prendeva appunti. Anche le campagne, come dire, suggeriscono una certa passione per ciò che gli indumenti possono appena coprire. Hanno anche qualcosa di bello in questo loro look anni '80, sebbene i capi AA siano zero sexy. Ma in fondo che ci frega, il cotone è davvero fantastico. (Mando un CV).


Elvis has left the building.

3 commenti:

arnald ha detto...

Donna.

Come spieghi, oh divina,
che ogni tua lunga
e sfibrante creazione
debba sempre nascere
da un mio breve schizzo?

Dov Charney

onan ha detto...

Ma è uguale ad Eugebe Hutz dei Gogol Borldello.

robi ha detto...

sìsì! anche io l'ho notato. è identico! che ridere. Più che un'azienda, un bordello.