lunedì 27 ottobre 2008

"Un cono limone e panna da 2 euro, grazie."



Ci ho messo alcuni minuti per capire cosa non va in questo nuovo soggetto della campagna LV. Due dettagli minimi: la borsa e Sean Connery. Mai visti due stili più diversi in uno scatto solo. Però deve essere stata una bellissima vacanza.

Elvis has left the building.

27 commenti:

Anonimo ha detto...

Ma come ted, non mi riconosci il classico stile da moderno Hemingway, rabbiosamente e borghesissimamente pronto a tutto ma pur sempre con una bisaccia LV a tracolla?

Anonimo ha detto...

Qualsiasi donna eterosessuale vorrebbe stare in quella foto, su quella spiaggia, in compagnia di quell'uomo. E se la donna eterosessuale è anche fashion victim non disdegnerebbe nemmeno la compagnia di quella borsa.

francescos ha detto...

Non lo so: io ci vedo un annuncio molto realistico, anche se in posa piaciona. Perchè non ha a che fare con il Connery cinematografico, ma con quello reale: un normalissimo signore in età che come Keth Richards era già cliente di Vuitton . E' la banalità e trasversalità del lusso, come la pancetta di papà Coppola sulla sdraio mentre fa finta di leggere una sceneggiatura alla figlia ( lo ammetto questa foto è più meglio ).

Anonimo ha detto...

mi ricorda Bill Murray in Lost in Translation, speriamo che a Sean sia andata meglio

Anonimo ha detto...

Che brutta fine che sta facendo il marchio LV. Prima era esclusivo in tutto, ora si sta commercializzando. Tristezza.
Dax82

robyb ha detto...

Secondo me si confonde James Bond con Sean Connery. Il vero Connery è un metrosexual (o come cavolo si dice ora): uno che tiene moltissimo al look. Ricordo quando lo inquadravano nei matches di champions league al seguito dei rangers glasgow. Più che allo stadio sembrava a una sfilata di moda.
Certo, una borsa LV lo rende meno macho.

Ma forse, proprio per la prima frase del mio commento, hai ragione: è sbagliata.
Sean Connery, per la gente, è James Bond. L'unico.
(e del resto non è che come attore si sia poi prestato ad altri ruoli memorabili, eccezion fatta per il poliziotto de Gli Intoccabili).

Auariù ha detto...

Ho l'impressione che il corpo non sia il suo. Sembra un fotomontaggio, no?

Anonimo ha detto...

Mah. un fotomontaggio? c’è qualcosa di grottesco. Che non funziona in effetti. Un gelato panna e limone? Che schifo!
Il sapore grottesco sta nel voler assimilare la persona al personaggio: come se il vecchio, con una borsa di Vitton e un cappello disbanded fosse ancora in grado di suscitare un magnetismo alla Bond. Insomma, e’ l’ironia del personaggio legato al mito, o la sconfitta dal mito. Cmq, il viaggio come itinerario spirituale e materiale, la vita intesa come vagabondaggio alla Heminguay, l’idea funziona. Ah si, una vacanza bellissima e che stile! tiè.

L

Anonimo ha detto...

Il mio nome è Locke, John Locke.

DAVID YOUMORE ha detto...

fotomontaggio sicuro. al 100%. la testa è presa da chissà quale parte del mondo. il corpo è di qualche fotomodello anni '90 (tra il 1996 e il '97 per la precisione). Di vero resta la borsa, che non è mai stata su quel pontile.

Ted ha detto...

No, la borsa c'è stata. Il pontile è della villa di Annie Leibovitz, e lei usa quella borsa per metterci le esche quando va a pesca con il suo gozzo di legno finto-povero.

Anonimo ha detto...

ma..o' ver?

mauroman ha detto...

Se guardate bene, la foto è presa da una sequenza video un attimo prima che Connery dia un calcio al vetusto status symbol e lo getti in mare.
Il resto del film, prima o poi, ce lo ritroviamo in forma di viral nella mail per dimostare quanto la marca sia attuale.

Chicco ha detto...

A me di quest'annuncio piacciono almeno 4 cose.

Il cappello (ne vorrei uno),
l'acqua cristallina (ci vorrei nuotare)
la terza nuvola in basso a destra (è una mia fissa)
le piante sullo sfondo (fanno tanto dune ai cancelli di Ostia).

Per il resto, alzi la mano chi non ha mai portato una borsa come quella su un pontile almeno una volta nella vita.









Io l'ho alzata.

Anonimo ha detto...

teds of the world

Yogasadhaka ha detto...

La borsa è una Luis Guitton comprata in via Prè a Genova. La spiaggia è la famosa spiaggia bianca di Rosignano Solvay, vicino a Livorno. Il modello è il titolare di un locale di Portoferraio, il Tunderboll. E' pisano ed è famoso in tutta l'Elba per essere il sosia di Sean Connery. L'unica cosa autentica sono i bond argentini contenuti nella borsa, che infatti è mezza vuota.

Anonimo ha detto...

Sean Connery e' il piu disbanded di tutti con questo annuncio.

Il mio nome e' Band. Dis Band.

Questo era il titolo per il post.

federicorusso ha detto...

stona come Rocco Siffredi con uno zainetto Seven sulle spalle

advertiti ha detto...

Non credo sia un fotomontaggio.
Mi fa impazzire il guizzo copy "bahamas 10.07" e in generale trovo la campagna di Vuitton straordinaria.
Richards e Coppola's family i miei soggeti preferiti.

Anonimo ha detto...

hihihi, troppo figa Rosignano Solvay col Connery modello.
Comunque quella borsa è falsa: l'ha comprata da un ambulante a 20 euro. L'ho visto io :)

Mr. Becks

Ric ha detto...

che cosa ha scatenato questo post! ma sono d'accordo con Franz e con Band. Dis Band!

Ted ha detto...

Diciamo la verità: la campagna sarà anche bella, ma questp è il soggetto meno riuscito.
Avendo Sean Connery tra le mani, a me sembra un'opportunità un po' sprecata.

DAVID YOUMORE ha detto...

Annie Leibovitz? :-) Anche se fosse il fotomontaggio rimane: ha reciclato il set del prossimo calendario Lavazza.

Ale ha detto...

Siamo sicuri poi che sia così longilineo visto quello che beve?

Chicco ha detto...

In effetti non regge il confronto con Gorbaciov (il mio preferito)

http://img265.imageshack.us/img265/1150/lv3jv9mp5.jpg

kttb ha detto...

Sean Connery voleva far parte del film Mamma mia, ma gli hanno preferito Colin Firth. Questa è una foto del provino andato male. Tutto qui.

Anonimo ha detto...

il crollo di due miti. Anna e Sean.
Che banalità.