martedì 2 dicembre 2008

Io confesso. (O anche: Finalmente puoi parlare male di te stesso)



Protetto dal rigido anonimato di Ted Disbanded, puoi finalmente confessare le veniali marachelle commesse nella tua carriera di pubblicitario. Tu Account, che quella volta non presentasti la proposta C) dei creativi facendo poi finta che era stata segata. Tu Art Director, che copiasti di sana pianta quell'impaginazione da un vecchio numero di Rakam. Tu Copy, che prendesti una headline tra i giochi di parole nelle citazioni del vocabolario. Tu, Direttore Creativo, che favoristi la Stagista Bionda. Tu, Stagista Bionda, che ti facesti favorire. E perfino tu, Aspirante Pubblicitario, che hai messo nel portfolio quell'annuncio preso da un annual belga. Per tutti ci sarà il perdono. Anche per Elvis, che has left the building.

62 commenti:

Anonimo ha detto...

Una volta ho preso una mia radio vecchia (già uscita) e l'ho riciclata a un altro cliente.

Anonimo ha detto...

una volta mi spacciavo per Francesco Taddeucci, complice l'omonimato, e mi beccavo tutti complimenti, e non solo quelli, dalla sbarbe aspiranti pubblicitarie

Anonimo ha detto...

Sono un account e ho più volte tenuto in borsa proposte che non mi convincevano...ma ho fatto il bene della mia agenzia!
G.

Anonimo ha detto...

intendevi :"una volta ho preso una mia radio vecchia e l'ho spaccata in testa a un cliente" ?

Anonimo ha detto...

esasperato,
qualsiasi cosa mi propongono dico che è una bellissima idea...

Ciro++ ha detto...

una volta lessi che la creatività è l'arte del copiare senza ripetersi...da allora ne ho fatto buon uso e mi ha salvato in parecchie situazioni il fondoskiena...in un periodo in cui con 2 mani devi fare 2 lavori diversi mai frase più azzeccata (almeno x me) :-)))

Anonimo ha detto...

Caro G. qual'è il bene della tua agenzia?
P

Anonimo ha detto...

Sono un direttore creativo. Confesso che a volte le idee che mi presentano sono così brutte, ma così brutte, che non riesco a dire con sincerità quanto sono brutte agli autori (specialmente quando l'espressione dei medesimi è del genere: "guarda qua che bella ideona che m'è venuta, non te l'aspettavi eh?"). Poi però non ho il coraggio (e la faccia) di presentarle al cliente. Allora glisso sull'esito della presentazione, e dico che il cliente ha avuto un'idea in riunione (idea che invece ho avuto io e ho venduto al cliente seduta stante).

Anonimo ha detto...

Confesso di aver fornicato con miei colleghi. E confesso che le agenzie di pubblicità sono un bordello, nel senso pre Merlin del termine.

stagista bionda ha detto...

Una volta mi sono spacciata per mora, dopo aver saputo che al direttore creativo non piacevano le bionde.

Anonimo ha detto...

Ma quale bordello, anonimo delle 15.52...ma dove lavori? Da me è un convento.

Gabri ha detto...

Io provo sempre a rifare il creme caramel secondo la ricetta di mia nonna, ma pur seguendo tutti i passaggi mi viene una vera schifezza.

Anonimo ha detto...

Confesso di aver pensato che i miei direttori cretivi fossero degli emeriti ignoranti in materia di creativita' .

Oddio lo penso ancora adesso, oddio ecco perche' non ho un lavoro.

Anonimo ha detto...

Copiare mai, riciclare sempre.

E anche prendere ispirazione dal dizionario. Magari non per il titolo, ma per le bodycopy sì.

M ha detto...

All'adci ho sempre votato le campagne che teddisbanded faceva in saatchi.

Siccome sono recidivo, adesso voterò quelle che fa in the name.

Affanculo tutti gli altri.

(l'ultima riga non c'entra nulla, ma qualcosa di cui vergognarmi dovevo pur metterlo)

Anonimo ha detto...

Confesso:
alle campagne "fake" per vincere premi voto SI.

pf

Anonimo ha detto...

Confesso che mi aspettavo di leggere qualcosa di più divertente

Ted ha detto...

Anche io. Ma secondo me non si fidano.
Eppure giuro che non avrei modo di risalire all'autore reo confesso delle malefatte.

FRa' ha detto...

Lancio sul mercato di acqua Rocchetta con la Lambertucci. L'ho pure portata in auto sul set e al suo albergo sul lago di Como (dove tutti si genuflettevano al suo passaggio). Pretendeva da me, come rivolgendosi al sua autista, che passassi con il rosso in un senso unico alternato all'ingresso di una galleria del lungo lago. Rischio di frontale da uno a dieci = 17. Ingestibile. 2) Presentazione a Ciarrapico mentre in camicia sudatissima mangia con tovagliolo al collo uno spuntino prima di un Roma Monaco' di coppa, dando del frocio al principino Alberto, e guardandomi schifato mentre mimavo uno stomaco che riceve in testa cibi pesanti e indigeribili che le sue acque avrebbero reso pipi'. Il tutto accompagnato dalle note di Psyco Killer versione a cappella che uscivano da un radione portatile. In un bar a Piazza del Popolo. 3) Radio molto bella per Mastella elezioni europpe di 4/5 anni fa. Quante avemaria don Tadde?
(per gli altri: che outing e' mai senza nome e cognome?)

Sarpizilla ha detto...

Io improbabile stagista ed irriducibile trapezista, non ho colpe, se non forse, quella più grande, di non aver mai tentato di fare qualcosa per me!

FRa' ha detto...

Ah, dimenticavo, sono tra quelli che ha incoraggiato il grande Nicola Brunialti. Che se la pubblicita' italiana ogni tanto fa almeno sorridere e' grazie a lui. Ma l'ho fatto per gelosia. Non sopportavo che continuasse a fare il body guard per Springsteen qui in Italia. Perche' lui lo fu.

Anonimo ha detto...

Non c'è niente da fare: per superare 400 visite bisogna per forza parlare di pubblicità...è un peccato anche questo?

Anonimo ha detto...

Confesso, ho creato questo:
http://it.youtube.com/watch?v=WXf-YbsSh0Y

Mi dispiace. Mi dispiace tanto.

Anonimo ha detto...

chi è quel cane?
http://thenameroma.blogspot.com/2008/11/pirelli-winter-sottozero-worldwide.html

Anonimo ha detto...

perdono? mi sa tanto che qua "qualcuno" si sente un dio hihihihii

Anonimo ha detto...

hihihi (continua) --->è solo una coincidenza.giuro

Anonimo ha detto...

Lodi lodi lodi a Nicola Brunialti, lo conosco, è un eccellente copywriter e un talentuoso sceneggiatore. Lodi lodi lodi.

Anonimo ha detto...

Confesso.

Una volta ho osato pensare che 300 euro di stage al mese fossero pochi per vivere a Milano e pagare quisquilie come affitti, bollette e qualcosa da mangiare.

Ma poi mi sono ricordato di appartenere a una categoria di coglioni lobotomizzati che si illudono di appartenere a chissà quale casta chiusa, mentre non sono altro che DIPENDENTI che svendono il proprio lavoro dimenticandosi della propria dignità e dei propri diritti per non lasciare il posto al coglione in fila alle loro spalle.

C'è sempre un coglione in fila alle tue spalle. Chi si ferma (a pensare) è perduto.

Anonimo ha detto...

Ho creduto che nell'agenzia dove lavoro ci fosse qualcuno che mantiene davvero quello che promette, che avesse un minimo di dignità professionale e che si ricordasse di essere nato provvisto di palle in numero di due.

Scusatemi tutti, mi sono sbagliato.

Trendellemburg

Anonimo ha detto...

Ho sostenuto che fare un radio con dei non professionisti rendeva il radio più credibile, sapendo perfettamente che lo scopo era solo quello di far risparmiare il cliente

Anonimo ha detto...

Vabbè, il solito muro del pianto.

kttb ha detto...

Anni '80. Mi becco io la telefonata da Azzaro (profumo) perché l'account è uscito. Il problema si presenta subito spinoso: "vi siete ricordati vero...di aggiungere la dicitura IP (inserto pubblicitario) nel pieghevole che andrà all'interno dei periodici? Ho un fosco presentimento e non so fare altro che prendere un foglio di carta e appallottolarlo rumorosamente..."scusi non la sento bene...qui è scoppiato un temporale terrificante....". E metto giù la cornetta.

Anonimo ha detto...

Io ho poco da confessare: bella o brutta che sia, la roba del mio portfolio è tutta produzione propria.


Però, anonimato per anonimato conosco un giovane e "promettente" (marinaio) copywriter romano che gira il mondo con il the best of dei lavori di tutti i suoi ex colleghi d'agenzia. Ecco, io a gente del genere darei come minimo la presidenza del consiglio. O dell'adci, fate vobis.

Anonimo ha detto...

confermo, le agenzie sono bordelli. per fortuna

Anonimo ha detto...

Che spettacolo, avete delle storie veramente entusiasmanti da raccontare. Ma non è che una volta vi siete addirittura bevuti una birra ad'una festa e avete ballato con una cravatta in testa?!

Nicoruk ha detto...

raccontacene una tu anonimo delle 14.14!
io purtroppo lavoro da cosi poco che non ho ancora avuto il tempo di fare una sporcheria come si deve.
appena la faccio vengo qui a dirla, non temete!

Anonimo ha detto...

ASPIRANTE COPY CON LA POSSIBILITA' DI ESSERE ETICHETTATO COME " ASPIRANTE COPY CON LA CODA DI PAGLIA" DICE CHE AVVOLTE E' POSSIBILE CHE ESISTANO PERSONE ONESTE E VOLENTEROSE CHE PER COLPA DI UNA COINCIDENZA VENGONO SCARTETE.

ED INOLTRE --->STIMANDO CHI L'HA FATTA<------- CONFESSA CHE ESSENDO ANDATO A DISSONANZE, HO CAPITO COME SPENDERE MEGLIO 35 EURI DI PREVENDITA.

WWW.MYSPACE.COM/KETCHUPEMAIONESE

anonimo ha detto...

Una volta mi sono risvegliato in un fosso che mi mancava un rene.

anonimo ha detto...

Non sono stato io, ma so chi è stato a scrivere fuori dalla tbwa di milano una frase che recitava:
"xxxx è uno stlonzo"
(xxxx è il nome del direttore creativo).
Lui, probabilmente con la coda di paglia, si è incazzato moltissimo.

Anonimo ha detto...

ciao ted! posso lavorare con te? sono un Art, magrolino, sotto i 30. mi bastano 1800 euro al mese. aspetto risposta.
G.

luk ha detto...

Anonimo G, parla con il mio amico Luca Albanese, art.

Oh, in effetti mi aspettavo malefatte molto più incoffessabili...non sarà colpa mia, che ho usato il termine "marachelle"?

Vabbè, dichiaro fallito questo post. Del resto è un blog Disbanded.

luk ha detto...

Sono Ted.

Anonimo ha detto...

vabbene, dimmi quando e dove.
G.

Anonimo ha detto...

Io ho peccato con il pensiero. Ted, tempo fa hai risposto a una mia mail scrivendomi un titolo che ritengo molto bello. Per un secondo ho pensato di metterlo in portfolio, ma ti giuro che non l'ho fatto.

Anonimo ha detto...

volevo mandare un attestato di stima postumo al graffitaro della tbwa. A proposito: è un cinese? sai...stlonzo...

sinceruomo ha detto...

Ammazza che rivelazioni sconvolgenti !!!!!!!!


Meglio così, Ted.
Un consiglio d'amico: con post così, o raccogli le insulsaggini di cui sopra, o rifondi rejectedby.

Vedi tu.
Con immutata stima.

Anonimo ha detto...

per sinceruomo!!!!!!!!!!!!!!! (anche a me regalano i punti esclamativi)
E basta con 'sta storia di rejectedby... non è stato offeso nessuno. Erano aneddoti, qualcuno magari noioso...ma niente di più... che pesante che sei

Anonimo ha detto...

perché non rifondarlo, rejectby?

(io me lo sono perso, mannaggia. sai le risate?!?!)

Ted ha detto...

No, non era molto divertente quel capitolo Rejectedby.

Anche se anticipava di qualche anno l'idea del 2.0, anche se era effettivamente una delle pochissime cose - nel bene e nel male - originali prodotte dalla comunità dei creativi italiani, anche se aveva un incredibile seguito, penso che peccasse proprio di mancanza di autoironia, E inoltre viaggiava come un treno senza macchinista, calpestando con i più beceri insulti la dignità di un sacco di persone.

Non era una bella cosa, seppure molto viva.
Questo post tra l'altro voleva solo raccogliere degli auto-insulti. Quindi il contrario di Rejectedby.
Non ho nemmeno dovuto censurare nessun commento....

anonimo ha detto...

Sono le 17 in un'agenzia.
Vado a farmi un the. Anzi, tea: sono copywriter, cheddiamine!
Sento una voce: "Anonimo, fai un tè anche per me" (lui si crede copywriter, invece). é il direttore creativo.
"Pronti, ora te lo porto".
Era un periodo in cui avevo un problema di salute, che il medico mi aveva così diagnosticato: "cistite acuta".
Ora, provate a capirmi, i sintomi erano forti, improvvisi. Insomma, non ce l'ho fatta. Il bagno era lontano. Ho aperto la zip e ho fatto le 4 goccine gialle che riuscivo a fare in quel periodo.
Poi ho portato il tea al mio direttore.

Oppure, boh. L'ho soltanto sognato.
Ma quando berrete il prossimo tea, cari direttori creativi, fateci un pensierino. :)

Anonimo ha detto...

Anonimo 20:42, sono il tuo direttore creativo. Bastardo! Allora non era un earl grey toasted burley citrus anvedichebonus quality come mi avevi detto! Ti ho appena dimezzato lo stipendio.

Anonimo ha detto...

Vendo collezione inedita headlines originali Pippo Testa. Euro 500 non tratt.

anonimo ha detto...

Anonimo di ieri, 17:50
L'errore era voluto, forse proprio per quello si incazzò moltissimo. Era una presa in giro, molto creativa.
Ma la scampò, è ancora vivo. Solo che ora non mi ricordo se la cosa avvenne di fronte alla tbwa o alla rscg (e mi sorge pur un dubbio, che fosse "xxxx è uno siemo". Comunque è vera, altri possono testimoniare.
Parlo per sentito dire, io non sono mai stato in quelle agenzie. Ma conosco l'autore.

FRa' ha detto...

Hai propriopisciato fuori dal cesso.A) in italiano e':

s.m.inv.
1a TS bot.com., arbusto sempreverde della famiglia delle Teacee (Camellia sinensis o Camellia thea o Thea sinensis), originaria dell’Asia, con foglie ovali e dentate e fiori bianchi: una piantagione di tè, foglie di tè
1b FO le foglie disseccate e sbriciolate di tale arbusto: una bustina, un pacchetto di tè, mettere il tè in infusione, tè al gelsomino
1c FO la bevanda che si ottiene mettendo in infusione tali foglie essiccate: fare il tè, bere, prendere il tè, tè al latte, al limone; tazze, servizio, cucchiaini da tè; pasticceria da tè, quella che si offre insieme a tale bevanda
2 CO ricevimento che si svolge di pomeriggio e durante il quale si degusta tale bevanda accompagnata da dolci, tartine e sim.: domenica siamo invitati a un tè, organizzare un tè di beneficenza
3 TS bot.com., nome comune di varie piante appartenenti a diversi generi, spec. ai generigeneri Chenopodio, Paronichia e Veronica | CO le foglie essiccate di tali piante | CO l’infuso o la tisana che se ne ottiene
Varianti: thè

Polirematiche
tè algerino loc.s.m. TS bot.com., nome comune di un’erba del genere Paronichia (Paronychia argentea), da cui si ricava un infuso digestivo e purgativo

B) La terza persona del presente indicativo del verbo essere si scrive ''è'' e non ''é''.
E richiudi la patta. Piscialetto.

FRa' ha detto...

Cheddiamine te lo concedo solo come licenza di cazzaro. A me do 2 per la spaziatura omessa e pe la spazzatura ammessa.

robyb ha detto...

Scusa Frà, ma non potevo resistere. Lo riprendi per il punto B e poi scrivi: "A) in italiano e' (metti l'apostrofo).
O te la sei presa perché eri tu quel dc, oppure sei tu che stavolta l'hai fatta più lontana di lui. :)

FRa' ha detto...

Nel web e per email uso sempre l'apostrofo per evitare che i sistemi modifichino l'accento in segni strani. Odio farlo. :-( (come le faccine). Ah, non bevo te'.

FRa' ha detto...

robyb, FRa', vuole l'apostrofo. E' tronco. Come po'.

Anonimo ha detto...

Che cos'era rejectedby?

L'ignorante (nel senso che ignora).

Anonimo ha detto...

ho letto tutti i commenti ed il piu' scandaloso e' quello dell'account che non presenta le proposte

da ucciderlo!

krustytheklown ha detto...

Ok... la mia confessione è questa... finalmente la posso dire... una volta ho pensato che fare l'account fosse un lavoro di merda... poi mi sono detto che ce ne sono di peggiori... tipo spalare le carcasse piene di vermi per fornire le esche "confezionate" ai pescatori... dopo la riunione di oggi ho capito che mi sbagliavo...

Anonimo ha detto...

misono trovato con dei copy e aspiranti in un master, ho pensato ma questi sono tutti coglioni, insegnanti inclusi

,poi ho capito che i miei colleghi non erano poi male