martedì 13 gennaio 2009

The gallery. (Luca Albanese)



E' stata dura rintracciare Luca Albanese dall'altra parte della scrivania, ma alla fine è giunta - scribacchiata su un vecchio foglio di carta di riso - anche la galleria dei suoi 3 spot preferiti, che peraltro figurano anche nella mia top ten di sempre, specie i primi due. Li firma entrambi Jonathan Glazer: Barclays bank è una strepitosa serie di 3 o 4 soggetti, con un Samuel Jackson mai così in forma, testo meravigloso (una volta compreso) e concetto di fondo spaziale. Il secondo fa parte dell'inesauribile filone "Good things come for those who wait" di Guinness, e Luca lo cita insieme a quello della corsa delle lumache, che non ho fatto in tempo a cercare. Come terza campagna, la multisoggetto per le cucine Brandt, che regalò nuove speranze al filone del "realismo spiritoso", e soprattutto ai creativi che devono lavorare sulle cucine nell'era post-Lorella Cuccarini.

Elvis has left the building.

9 commenti:

Anonimo ha detto...

Glazer è il miglior regista che la pubblicità abbia prodotto negli ultimo 20 anni. Mi piace anche molto Levi's drugstore.

Paolo I.

C ha detto...

E del soggetto con Anthony Hopkins che dire? Meraviglia delle meraviglie, una chiusura grandiosa.

Auariù ha detto...

Barclayes e Guinness su tutti! Bellissimi!

Ted ha detto...

Sì, onestamente non so perché Guinnes vinse il Grand Prix di Cannes con "Noitulive" e non con uno di questi magnifici film di Glazer.
Forse i cavalli nelle onde furono Grand Prix, anche se mi sembra di no.

Anonimo ha detto...

Levi's drugstore non è di J.Glazer,
ma del più grande regista degli ultimi
20 anni, ovviamente

Anonimo ha detto...

Gallery eccellente: Barclays su tutti (ma è una lotta all'ultimo frame).


Ecco il link di Guinness lumache:
http://www.youtube.com/watch?v=DQ5s6PLB44U

Guinness surfer ebbe solo un oro.

AdS

Gennaro ha detto...

Adoro la campagna Brandt.

Grazie, non la conoscevo.

Anonimo ha detto...

maledizione al mio inglese! nn capisco tutto quello che dice. can you help me? i said.

Anonimo ha detto...

Com'è un testo meravigloso?