venerdì 10 aprile 2009

New York I love you, but you're bringing me down.


The Lost Tribes of New York City from Carolyn London on Vimeo.

Un bel corto di produzione ingelse, in cui abitanti o visitatori di NYC parlano attraverso oggetti della città. Tombini, pali, cassette delle lettere. Ci sono pure tre ragazze italiane impersonate da alcuni trolley, ma i trolley avrebbero detto cose più intelligenti. Il titolo del post è invece - per qualche strano motivo - già un classico tra i titoli.

Elvis has left the building.

9 commenti:

Anonimo ha detto...

se uno comprasse un album degli lcd per questo brano, pezzo, questa canzone (qual è il termine più azzeccato per non sembrare vecchio ma nemmeno giovanilista? mah...) rimarrebbe sorpreso dal resto.
patrizio.

Anonimo ha detto...

patrizio sei un plebeo.

ELIO ha detto...

Sorpreso in senso positivo o negativo?

Anonimo ha detto...

che titolo disbanded, ted. Quel corto, invece, è bellissimo!! La canzone, sarà pure, un classico, come dici tu. ma che tristesse gli LCD (non conosco l'album però).
Ogni città ha un linguaggio che ogni anima può capire; ma lo spirito senza anima non lo capisce per niente. Lo spirito scettico, però, non capisce bene la città, ed impedisce all'anima di capirla; Quel corto, invece, vede le bellezze della città in maniera originale, nuova. Detto questo, mai stata a NY, non ancora.

Laura

Cletus ha detto...

...cosa aspetti ? ;.)

Anonimo ha detto...

sopreso. il resto dell'album e della quasi intera discografia degli lcd è molto più movimentata, diciamo.

vetro ha detto...

..but she's still the one pool where i happly drown..

Anonimo ha detto...

Prima o poi ci andrò. Mi affascina questo duplice aspetto di città sfavillante ma allo stesso tempo difficile da vivere.

Laura

vincenzo ha detto...

io credo che i due trolley avrebbero anche parlato meglio inglese.