venerdì 24 luglio 2009

The many faces of John Dillinger.



Dopo qualche anno di mitizzazione cinematografica e televisiva di delinquenti da quattro soldi e anche un po' sfigati e tristi come quelli della Banda della Magliana, rifatevi gli occhi e risporcatevi la fedina penale sul sito dell'FBI, con la lunga e a tratti assurda storia di John Dilinger. Più che un vero Disbanded, un bandito vero.

Elvis escaped from the building.

5 commenti:

Yogasadhaka ha detto...

Per l'angolo del moralista, è interessante notare che Dillinger (che nelle foto sembra un uomo di mezza età) è morto a soli 31 anni, età in cui i "ragazzi" in Italia fanno gli stagisti o lavorano nei call center. Una dimostrazione che, se fare lo stagista non paga, anche il delitto, alla fin dei conti, magari rende famosi ma paga male.

modesty ha detto...

...almeno ha vissuto!

Anonimo ha detto...

http://it.wikipedia.org/wiki/John_Dillinger

...per i più antiquati...

Darkskywriter ha detto...

in effetti johnny depp che lo interpreta in "public enemies", pur avendo ormai 46 anni, sullo schermo sembra molto più giovane del vero dillinger a 30...

Yogasadhaka ha detto...

La volpe non è felice quando è inseguita dai cani.

Modesty, sul fatto che fra essere uno stagista passivo, impotente e inconsapevole ed essere Dillinger, forse è meglio la seconda opzione posso essere d'accordo. Ma ritengo che comunque Dillinger la sua vita se la sia trascorsa abbastanza male. E forse alla fine anche lui, come la volpe dell'omonica caccia, si trovava all'interno di un gioco di cui non aveva nessun controllo.