domenica 24 febbraio 2008

Harlem, 1958. Ma soprattutto, 10 di mattina.


A chi non avesse letto la Repubblica di domenica, segnalo questo bellissimo articolo di Gino Castaldo sulla più incredibile foto di tutti i tempi nel filone "musica". Riassumo in poche righe: era il 1958, e l'art director fotografo Art Kane decise di provare a radunare tutti i jazzisti più famosi della scena newyorkese (e quindi del mondo) in un'unica foto. Una foto da scattare a un orario impossibile per un jazzista: le 10 di mattina. Calcolando che i jazzisti di quel tempo erano dei veri Disbanded che non avevano orario, e se lo avevano non contemplavano certo la mattina, sarebbe stato lecito pensare che in pochi si sarebbero presentati all'appuntamento. E invece guardate voi stessi: ci sono tutti. Quelli che mancano erano semplicemente morti. "Come per miracolo Art Kane e i suoi collaboratori, videro arrivare mostri sacri come Coleman Hawkins e Count Basie, la leggenda del sax tenore Lester Young, il grande maestro delle percussioni Art Blakey, poi ancora Sonny Rollins, allora già affermato talento del sax, il geniale Charlie Mingus, perfino l'imperscrutabile, enigmatico Thelonious Monk, l'eccentrico Dizzy Gillespie, e poi Gerry Mulligan, Johnny Griffin, Marian McPartland e Mary Lou Williams, Jimmy Rushing, Oscar Pettiford, Gene Krupa, una specie di sogno a occhi aperti per qualsiasi appassionato, cinquantasette solisti, tutti in un solo colpo, un gruppo che rappresentava più generazioni stilistiche: dal tradizionale ai modernisti, fino agli innovatori." E' come se oggi un ragazzotto del Rolling Stone riuscisse a radunare tutti insieme di buon mattino su una stradina di New York o Londra i Rolling Stones, Madonna, Michel Jackson, gli U2, i Radiohead, i Police, i REM, Bruce e tutti gli altri più giovani. Senza un fine benefico. E soprattutto senza uno sponsor che dica "cheese!"

Su questo fantastico sito potete invididuare tutti i presenti cliccando sulla foto.

Elvis has left the picture.

6 commenti:

Gianni Lombardi ha detto...

Il tutto senza telefonino.

Ted ha detto...

Pensavo esattamente la stessa cosa leggendo l'articolo.

Anonimo ha detto...

Anche la rivista XXL ha fatto qualcosa del genere, omaggiando "a great day in harlem" di art kane sulla copertina del numero di dicembre 98

http://southerncomfort.wordpress.com/2007/07/18/a-great-day-in-hip-hop/

Mi sa che i telefonini ce l'avevano, però. ;)

TL

Anonimo ha detto...

Vedrai che per averli tutti alle 10 di mattina avrà dovuto farli suonare ad un after hour. - arnald

fabio ha detto...

foto fantastica,
ma dove sono Coltrane e Davis???_f

a. ha detto...

credo sia la foto che salta fuori ad un certo punto nel film "the terminal" no?