giovedì 26 giugno 2008

Titolo: "Superhuman".



"Non perdo mai occasione per accrescere il mio business.
Processo gli ordini, ovunque mi trovi.
Cerco i fornitori su Internet mentre mi reco alle riunioni.
E risparmio tutto il tempo necessario per poter seguire i miei
progetti personali, come controllare i risultati di calcio.
"

Questo testo è la definzione di Superhuman data da Blackberry attraverso la sua pagina pubblicitaria (presumo un adattamento internazionale. O meglio, lo spero). Facciamo finta per un minuto che questo discorsetto avvenga realmente, durante un colloquio di lavoro. Il Superhuman ha davanti a sé l'Amministratore Delegato che lo sta intervistando per il colloquio finale.
AD: "Allora, mi racconti di lei"
Superhuman: "Non perdo mai occasione per accrescere il mio business."
AD (pensa: "un altro esaltato") "Bene, bene: e in quale modo, ad esempio?"
Superhuman: "Amo processare gli ordini dovunque mi trovi"
AD: "Beh, questo non è esattamente il massimo, però possiamo cambiare questa sua brutta abitudine: andiamo avanti. Mi dica: come è abituato a cercare i fornitori?
Superhuman: "Cerco i fornitori su Internet mentre mi reco alle riunioni."
AD: "Malissimo. Dunque lei è un superficiale frettoloso. Ma mi scusi, perché tanta fretta?"
Superhuman: "Risparmio tutto il tempo necessario per poter seguire i miei
progetti personali, come controllare i risultati di calcio
."
AD: "Quindi i suoi progetti personali sarebbero questi. Bene, bene. Dottor...come ha detto che si chiama scusi?"
Superhuman: "Superhuman."
AD: "Dottor Superhuman, ho paura che la mia azianda non faccia per lei. O piuttosto il contrario. Arrivederci e in bocca al lupo.
... "Ah, aspetti dove va? Ha dimenticato qui il suo Blackberry,"

Elvis has left the building.

9 commenti:

Anonimo ha detto...

Grande.

Alex

fabio ha detto...

che bello. superhuman é imbecille_f

andrea ha detto...

mi ha fatto venire in mente quella volta che ho ricevuto nella posta un rasoio Gillette con una lettera di accompagnamento che iniziava con:
"Caro Andrfea, diventa protagonista della tua rasatura..."

Auariù ha detto...

Faccina sorridente.

Ted ha detto...

Andrea, sei poi diventato protagonista della tua rasatura o il rasoio ha continuato a vagare per conto suo sulla tua faccia, come notoriamente capita a tutti gli uomini che utilizzano altre marche, dando spunto a svariati titoli del cinema horror come "MAD RAZOR" o "GIVE ME MY FACE BACK"?

Anonimo ha detto...

resto anonimo per potertelo dire: meno male che esistono dei grandi come te, Ted.

Anonimo ha detto...

HELLRAZOR!!! ahaahahahha

Luca Scotto di Carlo ha detto...

ahahah! sono i brief che diventano parti copy. come quello spot per un detersivo (di cui neanche ricordo il nome per quanto mi aveva colpito) dove una donna tirava una camicetta fuori dalla lavatrice e constatando che il risultato non era soddisfacente, scuoteva mestamente la testa affermando: "avrei dovuto pretrattare..."

Anonimo ha detto...

bisognava pretrattare chi ha scritto il testo originale della pubblicità. Per evitare che qualcuno lo postrattasse a pesci in faccia.